16 novembre 2019
Aggiornato 00:30
Tra le Prefetture e le Camere di Commercio

Piemonte, firmato il protocollo della legalità

L’obiettivo del Protocollo è assicurare sul piano investigativo alle Forze dell’Ordine e alla D.I.A. la possibilità di utilizzare i più avanzati programmi informatici per la gestione delle informazioni sulla titolarità e l’attività delle imprese, così da consentire una più efficace opera di prevenzione e contrasto dei fenomeni di illegalità in campo economico

TORINO - Le Prefetture del Piemonte e Unioncamere Piemonte, in nome e per conto delle Camere di Commercio del Piemonte, avvertendo l’esigenza di incrementare sempre di più la tutela della sicurezza e della legalità, hanno firmato oggi 11 dicembre 2012, presso la sede della Prefettura di Torino di Piazza Castello 205, il Protocollo della legalità tra le Prefetture e le Camere di commercio del Piemonte.

L’obiettivo del Protocollo è assicurare sul piano investigativo alle Forze dell’Ordine e alla D.I.A. la possibilità di utilizzare i più avanzati programmi informatici per la gestione delle informazioni sulla titolarità e l’attività delle imprese, così da consentire una più efficace opera di prevenzione e contrasto dei fenomeni di illegalità in campo economico, con particolare attenzione alla possibile infiltrazione della criminalità organizzata negli appalti per lavori, servizi e forniture.

«Il sistema camerale piemontese grazie alla sua radicata presenza sul territorio e alla capacità di essere interlocutore privilegiato rispetto al mondo delle imprese, può promuovere iniziative volte a contenere la diffusione dei fenomeni criminali e a incrementare gli strumenti di sostegno delle piccole e medie imprese in momentanea difficoltà, nella consapevolezza che tali fenomeni costituiscono una grave minaccia alla libertà degli operatori economici, agli equilibri del mercato e alla permanenza delle normali regole di concorrenza» ha commentato il Presidente di Unioncamere Piemonte, Ferruccio Dardanello.

Ai fini dell’attuazione del presente protocollo, Unioncamere Piemonte, in nome e per conto delle Camere di Commercio del Piemonte, si impegna a mettere a disposizione delle Forze dell’Ordine i più avanzati strumenti di informazione e monitoraggio delle imprese resi disponibili da Infocamere - Società consortile di informatica delle Camere di Commercio italiane; a sperimentare strumenti di monitoraggio degli appalti che, utilizzando le banche dati camerali, possano assicurare una puntuale verifica sulle imprese partecipanti; e infine a promuovere incontri di informazione e di sensibilizzazione per diffondere la cultura della legalità.

Le Prefetture del Piemonte si impegnano a promuovere l’utilizzo degli strumenti di informazione sulle imprese messi a disposizione da Unioncamere Piemonte, a promuovere la sperimentazione degli strumenti di monitoraggio sugli appalti pubblici e a promuovere incontri di informazione e sensibilizzazione per diffondere la cultura della legalità.