17 febbraio 2020
Aggiornato 01:00
Calcio - Serie A

Elkann, applauso all’Atletico: «Ma io preferisco vincere».

«Il mercato della Juve dipenderà dal Mondiale», queste le parole del presidente di Exor, intervenuto all’incontro per ricordare l’ex presidente della Juve Umberto Agnelli. Per l’ad bianconero Mazzia, oltre al modello Atletico, importante ispirarsi al Borussia Dortmund: «Con risorse ridotte hanno raggiunto traguardi importanti».

TORINO - «L'Atletico Madrid stava per farcela, poi quel gol negli ultimi due minuti di recupero ha cambiato tutto, ai supplementari erano esausti e hanno preso tre gol. Firmare per giocare una finale così? Veramente preferisco vincere». Così il presidente di Exor, John Elkann, ha risposto a una domanda sulla Juventus e sul modello Atletico Madrid da seguire in Champions League.

PER VINCERE BISOGNA SOGNARE - «È importante sognarle le vittorie, poi i risultati arrivano», ha proseguito Elkann che oggi ha partecipato all'incontro per ricordare l'ex presidente della Juventus, Umberto Agnelli, scomparso 10 anni fa.

ACQUISTI DIPENDERANNO DA MONDIALE - Spazio anche al mercato e a quell'accostamento da lui fatto tra l'ex bomber del Cameruns, Milla, e l'attaccante ivoriano Drogba che sembra nel mirino dei bianconeri: «ho detto che Milla ha sorpreso tutti ai Mondiali nel senso che gli eventuali acquisti dipenderanno anche da quel che succede in Brasile, è importante vedere come finiscono».

MAZZIA: OK IL MODELLO DORTMUND - Presente anche Aldo Mazzia, amministratore delegato della Juve. «Il modello al quale ispirarci è si l'Atletico Madrid, ma anche il Borussia Dortmund: con risorse ridotte sono riusciti a raggiungere risultati importanti», ha spiegato l'ad bianconero.