17 gennaio 2020
Aggiornato 13:30
Calcio

Figc, Agnelli invoca: «Si parli di progetti, non solo di banane»

L’Assemblea Elettiva, convocata per lunedì 11 luglio, designerà il nuovo presidente della Federcalcio. Intanto la campagna elettorale continua e Andrea Agnelli si mostra preoccupato: « Non c'è nessun piano nè idea condivisa sulla direzione che il sistema dovrebbe prendere».

ROMA – È fissata per lunedì 11 luglio, presso l'Hotel Hilton Rome Airport (Via Arturo Ferrarin, 2 - Fiumicino Aeroporto) alle ore 11.30 in prima convocazione ed alle ore 12.00 in seconda convocazione, l'Assemblea Elettiva della Figc, chiamata a scegliere il nuovo Presidente federale dopo le dimissioni di Giancarlo Abete. I candidati in lizza sono sempre due: il vice presidente federale vicario e presidente della LND Carlo Tavecchio e il vice presidente federale Demetrio Albertini.

NESSUNA IDEA, SI PARLA SOLO DI BANANE – A pochi giorni dalla tornata elettorale, cresce la preoccupazione da parte di chi si aspetterebbe segnali concreti per cambiare il nostro calcio: «Non c'è nessun piano nè idea condivisa sulla direzione che il sistema dovrebbe prendere. Alle elezioni si presenta un candidato che parla di giocatori che mangiano banane, invece che delineare le sue proposte per farci progredire». Così il presidente della Juve, Andrea Agnelli, in un'intervista a Bloomberg Tv, sul caso Federcalcio. Che il numero uno bianconero sia schierato fin dal primo momento contro Tavecchio è cosa nota, ma mentre inizialmente al suo fianco c’era solo la Roma, adesso il fronte dei No Tav in serie A sta crescendo giorno dopo giorno ed adesso conta anche Fiorentina, Sampdoria, Cesena, Torino, Sassuolo, Cagliari e Empoli.lnd