18 novembre 2019
Aggiornato 06:30
Champions League 2014/15

Allegri l'«ambizioso»

La Juve è pronta all'esordio in Champions che avverrà domani contro il Malmoe e Massimiliano Allegri punta la prua verso il traguardo europeo: «Siamo una grande squadra capace di poter rimanere a livello delle big europee. In Europa le squadre sono più tecniche e giocano per vincere, c'è meno tattica e più velocità».

TORINO - «Arrivare nelle prime otto d'Europa sarebbe un traguardo molto importante ma ora i nostri obiettivi minimi sono vincere domani e passare il turno». La Juve è pronta all'esordio in Champions che avverrà domani contro il Malmoe e Massimiliano Allegri punta la prua verso il traguardo europeo. «Il nostro girone - ha detto - è semplice soltanto all'apparenza ma questo lo si diceva anche lo scorso anno e poi la Juve non ha passato il turno. In Europa non esistono partite semplici. Il Malmoe è più avanti nella condizione. Dobbiamo essere attenti e concentrati. La nostra rosa può andare avanti in Champions ed in campionato». Contro il Malmoe Allegri dovrà fare a meno di di Vidal, Pirlo e Pereyra. Rientra Chiellini mentre Tevez è sempre a caccia di un gol che manca dal 7 aprile 2009.

NON POSSIAMO FARE CALCOLI - A chi accusa la Juve di non avere mentalità europea, Allegri risponde: «Siamo una grande squadra capace di poter rimanere a livello delle big europee. In Europa le squadre sono più tecniche e giocano per vincere, c'è meno tattica e più velocità. Si deve essere più bravi nella lettura e nelle gestione della gara. Questa è una competizione che non permette di fare calcoli. Il sistema di gioco? Quello che più conta è l'interpretazione. Io ho trovato una squadra ben organizzata, ma può ancora migliorare molto nella gestione delle partite e questo non dipende certo dal modulo».

VOGLIA DI STUPIRE - Tra i rientri quello di Chiellini: «Mi alleno senza nessun fastidio - ha sottolineato il difensore - abbiamo voglia di stupire e l'entusiasmo per fare grandi cose. La solidità difensiva è la cosa sulla quale dobbiamo lavorare di più». Procedono sulla strada del recupero Pirlo e Vidal. Il secondo potrebbe addirittura rientrare per la prossima di campionato.