15 novembre 2019
Aggiornato 23:30
Fonti di vita

I Colloqui del Forte

Sabato a Bard è protagonista la Terra, la madre che tutti vorrebbe nutrire. Sesta edizione degli incontri e dibattiti diretti da Enzo Bianchi, sulla scia di Expo.

FORTE DI BARD - «La terra è eredità da accogliere dal passato, patrimonio da custodire e coltivare nell'oggi e lascito da consegnare al futuro. Oggi la responsabilità verso gli altri, verso il prossimo, non può che declinarsi anche come responsabilità verso la terra. E dunque verso alberi e animali, erbe e fiori, monti e mari, laghi e fiumi, compagni del nostro vivere che spesso non ricevono da noi in contraccambio che occhiate distratte». Parola di Enzo Bianchi, priore della comunità monastica di Bose e direttore dei «Colloqui del Forte», eventi ospitati dalla rocca di Bard, che richiamano in valle personalità della cultura, dell'imprenditoria, dello spettacolo e del giornalismo per discutere e riflettere su temi universali.

Sabato toccherà proprio alla Terra. Intesa come fonte di vita, patrimonio da custodire, luogo di incontro con gli altri. Nell'anno di Expo 2015 si ragiona sulle risorse e sull'ambiente che ci ospita: «La terra è fonte di vita, ma ancor prima, è vita essa stessa – prosegue Enzo Bianchi - È appello alla condivisione e alla convivialità ma diventa realtà di conflitti e guerre, di sfruttamento e ingiustizie, di creazione di povertà e di carestie. Richiede responsabilità politica. Oggi è un corpo violentato: deforestazioni, guerre dell'acqua, cementificazione e urbanizzazione selvaggia, inquinamento ma ha in sé la vocazione materna di dar da mangiare e da bere agli umani. A tutti gli umani. Chi ne abusa tradisce la propria umanità». La riflessione sul tema sarà oggetto di condivisione con numerosi ospiti che porteranno il loro personale contributo al dibattito: Nicola Gratteri, Procuratore Aggiunto di Reggio Calabria; Vittorio Sgarbi, critico e storico dell’arte; Federico Ghizzoni, Amministratore delegato Unicredit; Carlo Petrini Presidente di Slow Food; Davide Rampello, Curatore Padiglione Zero Expo Milano 2015, Lorenza Bravetta, Direttore di Camera Centro Italiano per la Fotografia in dialogo con Gianni Berengo Gardin, fotografo, Bruno Gambarotta, giornalista e scrittore.

L’evento è promosso dall’Associazione Forte di Bard e sostenuto da BCC Banca di credito cooperativo valdostana. I lavori saranno aperti dall’intervento di Augusto Rollandin, presidente del Forte di Bard e di Luciano Violante, Professore ordinario di Diritto e Procedura penale. Il Priore di Bose Enzo Bianchi terrà una lectio magistralis a conclusione della giornata e seguirà numerosi interventi. La conduzione della giornata è affidata a Gabriele Accornero, Consigliere delegato del Forte di Bard. La partecipazione è gratuita salvo prenotazione al numero + 39 0125 833816 e via email all'indirizzo colloqui@fortedibard.it.