29 marzo 2020
Aggiornato 18:00
Incidente equestre

25enne disarcionata muore sul colpo

Tragedia a Cuceglio durante una gara di cross country, Sabrina Manganaro di Lonate Pozzolo cade e resta schiacciata sotto il peso del suo cavallo. Inutile il tentativo di soccorso di fidanzato e 118.

CUCEGLIO – Una bella domenica di gara in campagna, si è trasformata in tragedia per tutto il circuito degli atleti legati agli sport equestri. Ieri mattina, alla tenuta Cascina Grecia, una venticinquenne della provincia di Varese è morta durante una competizione di cross country.

Il fatto è avvenuto alle 11, Sabrina Manganaro, amazzone esperta impegnata in un'importante gara organizzata dalla Fise - Federazione Italiana Sport Equestri -, è stata disarcionata dal proprio cavallo, sbalzata in avanti la giovane è rovinata al suolo mentre il suo baio, Fante di Mezzograno, gli è passato sopra con tutto il suo peso. Il colpo con gli zoccoli all'altezza dello sterno le è stato fatale, a nulla è valso il soccorso prestato dal fidanzato, il primo a raggiungerla sul percorso, e a seguire dal medico del 118, Sabrina all'arrivo dell'elicottero non respirava già più.

Scioccati Alessandro Lecis, il fidanzato che l'accompagnava durante la gara fuori piazza, e i numerosi spettatori presenti, sospesa la gara, isolato tutto il perimetro del Circolo Ippogrifo – location nota per i suoi percorsi di specialità – ora il tutto è nelle mani della Procura. Verrà aperta un'inchiesta, i carabinieri hanno raccolto sul posto numerose testimonianze dell'accaduto, ed il fascicolo pertinente ha già due indagati. Tuttavia dalle poche indiscrezioni emerse, famiglia, federazione e circolo, si sono chiusi in uno stretto riserbo, pare tutto riconducibile ad una brutta fatalità.

Stamattina, sul profilo Facebook di Alessandro Lecis è comparsa una bella foto di lui con la fidanzata, Sabrina vi appare come una giovane e sorridente neolaureata - aveva appena terminato gli studi di giurisprudenza – pronta a guardare al futuro, così come i genitori e gli amici di Lonate Pozzolo la vorranno ricordare per sempre. Cordoglio anche dalla Fise che in una nota ufficiale si è detta vicina alla famiglia, lo stesso presidente di Federazione, Vittorio Orlandi ,è partito in volo da Roma non appena conosciuti i dettagli della vicenda.