21 ottobre 2019
Aggiornato 02:30
Il progetto di Ecotermica

Ivrea, addio care vecchie centrali termiche: si allunga la rete del teleriscaldamento

In costruzione un nuovo tratto della rete di teleriscaldamento, compreso tra la rotonda di Porta Vercelli e l’incrocio con via Macchieraldo

IVREA - Addio care vecchie centrali termiche, arriva il teleriscaldamento. Ecotermica eporediese, controllata di Ecotermica servizi, sta lavorando proprio in queste settimane alla realizzazione di un nuovo tratto della rete teleriscaldata collegata alla centrale di corso Vercelli, entrata in funzione il primo gennaio 2010. Se tutto fila liscio, i lavori verranno ultimati a inizio settembre.

Lo scavo interessa via Cuniberti, nel tratto compreso tra la rotonda di Porta Vercelli e l’incrocio con via Macchieraldo, e collegherà due grandi utenze. I lavori procedono spediti, assicura Piero Gillardi di Ecotermica eporediese, nonostante gli inevitabili intoppi (pochi) alla circolazione: il transito dei veicoli è infatti sospeso in via Cuniberti, ma sono garantiti percorsi alternativi per residenti e commercianti.

14 milioni di euro l'investimento totale di Ecotermica dal 2008 ad oggi, per una centrale che arriverà a breve a raggiungere una potenza di 22,5 milioni di kilowatt/ora. Ad oggi a Ivrea sono già circa 5mila le persone collegate alla rete del teleriscaldamento e l'obiettivo è continuare a crescere riducendo sempre di più, parallelamente, l'utilizzo del termico: ad ogni nuovo allacciamento, di fatto, corrisponde lo spegnimento di una centrale termica. «Sono ancora molte, anche in città, le cisterne di gasolio e anche della cosiddetta nafta pesante - spiega Gillardi -. Stiamo anche collaborando con il progetto del Comune sul monitoraggio della qualità dell’aria e abbiamo fornito dati e numeri».