7 aprile 2020
Aggiornato 23:00
Scuola e disabili

A Cuorgnč studenti disabili a casa, mancano gli insegnanti di sostegno

L'istituto «25 Aprile» dei ragazzi con disabilitą che non sarebbe stato garantito il servio d'assistenza a causa del blocco delle nomine degli stessi da parte del Ministero

CUORGNÈ - Il Ministero ha bloccato le liste dei supplenti e non sarà garantita la totale assistenza ai ragazzi con disabilità regolarmente iscritti. E' successo all'istituto «25 Aprile» di Cuorgnè che, prima dell'inizio delle lezioni, ha dovuto chiamare le famiglie per informarle della spiacevole situazione.

Studenti disabili a casa
A causa del blocco delle nomine imposto dal Ministero e dal provveditorato, la scuola non ha potuto chiamare in servizio gli insegnanti di sostegno, trovandosi, all'inizio dell'anno scolastico, con due professori sui dieci previsti. In molti casi, le famiglie sono state costrette a tenere i figli a casa. Si spera che il disagio duri solo questa settimana. Il 25 Aprile è sempre stata una scuola molto attenta ai ragazzi portatori di handicap.

«Buoni amici Onlus» chiede l'intervento del territorio
«E’ chiaro che nella scuola pubblica ci sono studenti di serie A e studenti di serie B - dice il presidente dell’associazione «Buoni Amici Onlus» di Favria Daniele Campolmi - qui si lede il diritto allo studio dei ragazzi con disabilità». L’associazione chiede al territorio di intervenire. «Il 25 Aprile paga quello che sta succedendo a livello nazionale e di provveditorato. La rete sociale del territorio deve intervenire. Per assurdo le famiglie non sanno ancora quando potranno portare i ragazzi a scuola».

La conferenza in provveditorato
Oggi al provveditorato è prevista una conferenza dei servizi per sbloccare la situazione. Il problema si dovrebbe risolvere al più tardi per lunedì. Purtroppo Ministero e provveditorato, anzichè dare la precedenza alle nomine per gli insegnanti di sostegno, hanno congelato le graduatorie, posticipando una decisione ad anno scolastico già iniziato.