23 gennaio 2021
Aggiornato 20:00
Ambiente e mobilità

Il Comune lancia lo scooter sharing

Dopo il grande successo ottenuto con le auto e con le biciclette, l'Amministrazione comunale sperimenterà l'estensione anche ai motorini di questa utile iniziativa

TORINO – È stata presentata ai media l’iniziativa di un gruppo di consiglieri e consigliere comunali per l’avvio dello scooter sharing a Torino. Alla conferenza stampa hanno preso parte i consiglieri Vincenzo Laterza, Silvio Magliano, Giovanni Porcino, Fabrizio Ricca e la consigliera Federica Scanderebech, prima firmataria della mozione. La proposta, sostenuta anche da altri esponenti di vari gruppi consiliari, sia di maggioranza che dell’opposizione, segnala l’opportunità di estendere ai veicoli motorizzati a due ruote l’esperienza di sharing già da anni avviata con automobili e biciclette. La condivisione dei mezzi di trasporto, hanno spiegato i proponenti, favorisce la mobilità dei cittadini, eliminando molte fonti di stress (parcheggio, limitazioni Ztl), oltre a contribuire alla salvaguardia dell’ambiente urbano.

Entro la prossima primavera
La mozione, che arriverà prossimamente in aula per essere sottoposta al voto definitivo da parte del Consiglio comunale, chiede che il Comune avvii un periodo sperimentale del servizio di scooter sharing all’inizio della primavera 2016 (valutandone l’impatto sulla città) anche ipotizzando l’adozione di ciclomotori elettrici.