23 settembre 2019
Aggiornato 07:00
Incontri e laboratori

"Eccellenze in digitale", il progetto di Google Italia e Unioncamere per 100 aziende torinesi

L'obiettivo è migliorare la digitalizzazione delle imprese. Dal 23 novembre partirà anche l’iniziativa dell'Unione Industriale di Torino “Digital Industrial Trasformation”

TORINO - Al via l'edizione torinese di "Eccellenze in digitale", il progetto nazionale promosso da Google Italia e Unioncamere, con l’obiettivo di migliorare il livello di digitalizzazione delle PMI e aiutarle a sfruttare le opportunità offerte da internet per far conoscere in tutto il mondo le eccellenze del Made in Italy. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con tutte le Camere di commercio piemontesi, prevede una serie di corsi di formazione gratuiti e un supporto personalizzato, attraverso incontri individuali tra l’azienda e i giovani digitalizzatori, per consigliare le migliori strategie sul web. Il progetto coinvolge 64 enti camerali in tutta Italia e ben 132 giovani borsisti, formati da Google e Unioncamere, che per 9 mesi offriranno consulenza gratuita alle imprese aderenti al progetto. Nella scorsa edizione oltre 20 mila imprese sono state raggiunte dai giovani digitalizzatori e oltre 1500 sono state contattate per realizzare progetti ad hoc.

2 imprese piemontesi su 3 hanno Internet

«Secondo gli ultimi dati di Unioncamere Piemonte, due imprese piemontesi su tre hanno un sito internet, che viene utilizzato però esclusivamente come vetrina commerciale, mentre l’e-commerce resta limitato al 5% dei casi: ci sono quindi molte opportunità legate al web che le nostre aziende non conoscono ancora e che potrebbero invece utilizzare facilmente per crescere   - ha spiegato Guido Bolatto, Segretario Generale della Camera di commercio di Torino - Per questo anche a Torino, come in tutta Italia, abbiamo colto l’opportunità offerta da Google e Unioncamere, per offrire a 100 nostre PMI un’occasione qualificata e gratuita di aggiornamento su questi temi. E nel costruire il programma dei seminari, abbiamo voluto coinvolgere i principali attori del territorio nel campo ICT, Unione Industriale e Torino Wireless, perché, oltre alla formazione, le nostre PMI potessero individuare già sul territorio anche le soluzioni e i fornitori più adeguati per la propria crescita sul web».

Incontri e laboratori tematici

Il percorso formativo prevede due momenti: incontri con i leader di mercato (fino a febbraio 2016) per presentare gli strumenti Google per le aziende, le tecnologie Apple, la piattaforma e-commerce di eBay, le iniziative di Telecom Italia e le opportunità legate ad Amazon. E 5 laboratori tematici presso la Camera di commercio di Torino (fino a dicembre 2015), su temi quali web e digital marketing, internazionalizzazione, realtà aumentata, tecnologia mobile e internet delle cose come leva di marketing.

Il supporto personalizzato

Per le aziende aderenti, sono previsti inoltre fino ad un massimo di 2 incontri individuali con le giovani borsiste formate da Google Italia e Unioncamere nazionale. La consulenza si terrà in Camera di commercio di Torino, con l’obiettivo di analizzare i tratti distintivi dell’azienda, al fine di delineare una serie di suggerimenti, in accordo con l’imprenditore, per implementare una strategia web efficace.

Dal 23 novembre Digital Industrial Trasformation all’Unione Industriale di Torino

Il progetto camerale è svolto in coordinamento con l’iniziativa «Digital Industrial Transformation» che l’Unione Industriale di Torino lancerà il 23 Novembre e che vedrà nel 2016 lo svolgimento di workshop formativi e di accompagnamento rivolti alle imprese (gennaio - febbraio 2016) su temi come la trasformazione in digitale del processo produttivo, dei prodotti e dei business model. I programmi delle due iniziative hanno ambiti comuni, anche se target diversificati, e riguarderanno dunque tutti gli aspetti del digitale che possono interessare PMI o aziende più grande, e in particolare: l’innovazione nel rapporto con i clienti (digital marketing, Customer Relationship Management, e-commerce, posizionamento sui social e analytics), la trasformazione digitale dei processi (applicazioni mobili, automazione, logistica, internet delle cose, realtà aumentata, Work Force Management), l’arricchimento digitale dei prodotti (tracciabilità e tagging, progettazione di prodotti più intelligenti, ecologici e user friendly), l’innovazione dei modelli di business (servizi associati ai prodotti, sistemi di pagamento, filiere virtuali), gli strumenti digitali per l’impresa (tecnologie cloud, sicurezza informatica, outsourcing delle competenze IC).