19 giugno 2019
Aggiornato 09:01
Contrasto all'illegalità

Torino, stretta della Guardia di Finanza contro il gioco illegale

L'attività operativa svolta, ha permesso di sequestrare 10 video slot installate all'interno di bar, ristoranti e sale scommesse siti, oltre che nel capoluogo Piemontese, nei comuni di Orbassano, Susa e Collegno, tutti collocati nelle vicinanze di luoghi sensibili come scuole, chiese ed ospedali.

TORINO - La Guardia di Finanza di Torino, congiuntamente a all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha portato a termine nei giorni scorsi un'attività di contrasto ai fenomeni di illegalità e abusivismo nel settore dei giochi e delle scommesse, nei confronti di un'impresa piemontese proprietaria di 87 apparecchi da divertimento e intrattenimento e di 23 «esercenti» dove gli stessi risultavano installati.
L'attività operativa svolta, ha permesso di sequestrare 10 video slot installate all'interno di bar, ristoranti e sale scommesse siti, oltre che nel capoluogo Piemontese, nei comuni di Orbassano, Susa e Collegno, tutti collocati nelle vicinanze di luoghi sensibili come scuole, chiese ed ospedali. Oltre alle slot irregolari è stato sequestrato il relativo incasso, quantificato in oltre 3.000 euro.

Caratteristiche tecniche non conformi
Gli apparecchi sequestrati presentavano delle caratteristiche tecniche non conformi a quanto previsto dalla normativa in materia di pubblica sicurezza e quindi non garantivano la regolarità delle giocate a tutela dell'Erario e del giocatore.
Nei confronti dei titolari sono state comminate sanzioni amministrative per circa 40.000 euro ed avviati accertamenti finalizzati alla ricostruzione dei proventi non dichiarati.