27 maggio 2020
Aggiornato 01:00
Tutte le novità della prossima edizione

Il Salone del Gusto cambia pelle: finalmente c'è la location giusta

Addio Lingotto, il Salone di Slow Food si sposta nelle vie del centro e alla Reggia di Venaria. Non solo: un ritocchino anche al nome, che d'ora in avanti sarà «Terra Madre Salone del Gusto»

TORINO - Nuove date e location per il Salone del Gusto di Slow Food, che per la prossima edizione, quella del ventennale, abbandona il Lingotto per invadere le vie di Torino. Il Parco del Valentino con il Borgo Medievale, il Palazzo Reale, il Teatro Carignano, il Circolo dei Lettori e la Reggia di Venaria ospiteranno "Terra Madre Salone del Gusto" dal 22 al 26 settembre 2016. Tra i cambiamenti anche un piccolo ritocco al nome del Salone di Slow Food.

Più vicino ai visitatori e alla loro voglia di scoprire cibi sani e veri
«È tempo che Terra Madre Salone del Gusto vada incontro a molti più visitatori, che potranno così facilmente conoscere i progetti di Slow Food e della rete di Terra Madre nel mondo, incontrare i produttori, assaggiare ottimi cibi e scoprire modi di produrli rispettosi dell'ambiente e della giustizia sociale, assistere alle molte conferenze e partecipare agli appuntamenti pensati principalmente per le famiglie. Il tutto nella meravigliosa cornice offerta dalla bellissima Torino» ha commentato Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, precisando che il nuovo format è stato studiato di comune accordo con Regione Piemonte e Città Torino per avvicinare maggiormente il grande pubblico alle tematiche legate al cibo.

Cibo buono, pulito e giusto
«L'enorme successo dell'Expo dedicato alla nutrizione e la grande attenzione riservata proprio in questi giorni alla conferenza mondiale sul clima, a Parigi, testimoniano che esiste una nuova e più ampia attenzione ai temi della sostenibilità ambientale e alimentare. Terra Madre Salone del Gusto, forti della credibilità acquisita, potranno essere riferimento in una edizione rinnovata per tutti coloro che aspirano ad un ambiente migliore e vogliono un cibo 'buono pulito e giusto'» ha sottolineato il sindaco di Torino Piero Fassino.

Piemonte cornice ideale
Per Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte: «Grazie alle sue tante eccellenze e alla profonda e diffusa cultura del cibo della sua comunità, il Piemonte continua a essere la cornice ideale di manifestazioni come Terra Madre Salone del Gusto, capaci di rinnovarsi, anche radicalmente , per continuare a proporre un'esperienza di qualità indiscussa a un sempre numeroso pubblico di appassionati ed esperti».