17 febbraio 2020
Aggiornato 01:30
La proposta dei Verdi

Smog killer, 80mila morti per inquinamento. Ecco cosa potremmo fare con 8 miliardi

«Il decalogo di Galletti è il manifesto dell'inconcludenza» denunciano i Verdi. Con 8 miliardi di euro si potrebbero realizzare 90 km di metropolitane o 621 Km di tramvie o 23mila autobus ecologici, rivoluzionare il traffico nelle città italiane e salvare vite umane

TORINO - L’emergenza smog nella città italiane e le gravissime conseguenze sanitarie che ne derivano non sono certo una novità. Che Torino sia la città più inquinata d'Italia idem. L’Agenzia europea per l’ambiente ha stimato in 80mila gli italiani morti a casa dell’inquinamento, con costi economici che superano i 40 miliardi di euro l’anno. Di fronte a questi dati drammatici il ministro dell’Ambiente italiano cosa fa? «Il decalogo di Galletti è il manifesto dell'inconcludenza. Invece di chiedere la convocazione di un consiglio dei ministri straordinario per adottare provvedimenti strutturali suggerisce di usare i mezzi pubblici, di non parcheggiare in doppia fila» denuncia Angelo Bonelli dei Verdi, «suggerimenti che dovrebbero essere praticati sempre a prescindere dallo smog ma che di certo hanno poco a che fare con la drammatica emergenza che vivono le città italiane».

Cosa prevede il decalogo del ministro
Il decalogo suggerito dal ministro prevede l’utilizzo di mezzi pubblici, anche in caso di veicoli con la targa «giusta», nel caso in cui fossimo obbligati ad utilizzare l’auto, è necessario organizzarsi con altri amici, parenti e colleghi o comunque è necessario diminuire la velocità così da consumare e inquinare meno. Evitare di parcheggiare in doppia fila così da creare ingorghi e peggiorare la viabilità accrescendo le emissioni. Chiudere il riscaldamento di casa o abbassarlo di 1-2 gradi centigradi. Ovviamente, deve essere limitato l’uso della legna per il riscaldamento. Negli orari in cui sono superati i limiti consentiti dalla legge devono essere limitate le attività sportive. Infine, è necessario tenere al riparo bambini e anziani o chiunque sia affetto da patologie respiratorie. 

90 km di metro o 23mila autobus eco
Da anni i Verdi si battono per avere più investimenti nel trasporto pubblico e la progressiva introduzione di mezzi elettrici e ibridi nelle città. «La risposta dei governi, in particolare gli ultimi, sono stati sempre e solo i tagli al trasporto pubblico». Per questo arriva una proposta precisa: "Chiediamo subito un Piano straordinario per il trasporto pubblico locale e per la conversione ecologica delle città italiane». Con 8 miliardi di euro si potrebbero realizzare 90 km di metropolitane o 621 Km di tramvie o 23mila autobus ecologici, rivoluzionare il traffico nelle città italiane e salvare vite umane. «Il ministro dell’Ambiente – conclude Bonelli – tenga ben a mente l’art. 40 del Codice penale 'Non impedire un evento, che si ha l'obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo': salvare vite è un dovere, non farlo è un reato».