29 marzo 2020
Aggiornato 17:30
Choc in corso Grosseto

Torino, muore travolto da un'auto della polizia

La vittima aveva 39 anni e si chiamava Ciro Lo Muscio. Stava attraversando corso Grosseto quando è stato travolto dal mezzo delle forze dell'ordine, un'auto civetta quindi priva dei contrassegni della Polizia.

TORINO - Un pedone è morto investito da un'auto della polizia. E' successo ieri sera intorno alle 21 in corso Grosseto a Torino. La vittima è Ciro Lo Muscio, 39 anni, residente poco distante. L'uomo stava attraversando la strada quando è stato travolto dal mezzo delle forze dell'ordine. Sono stati proprio i poliziotti a prestargli i primi soccorsi, ma non c'è stato nulla da fare: il 39enne è morto poco dopo l'arrivo dei sanitari del 118.

La vittima stava attraversando la strada quando è sopraggiunta una Fiat Punto 'civetta', priva cioè dei contrassegni della polizia e di altri dispositivi di segnalazione, che lo ha travolto. L'auto della polizia si è fermata; inutili i soccorsi del 118. Sul posto è intervenuta la polizia municipale.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo sarebbe sceso da un pullman, alla fermata della linea 2, e avrebbe attraversato correndo la strada, lontano dalle strisce pedonali che erano solo pochi metri più avanti. Il conducente della Fiat Punto, un agente di 26 anni che tornava al commissariato Barriera di Milano, dove presta servizio, dopo essere stato alla sede della scientifica è risultato negativo all'alcoltest a cui è stato sottoposto dalla polizia municipale. L’agente stava rientrando in commissariato dai laboratori della scientifica di via Tirreno. Un servizio legato all’attività di contrasto allo spaccio: nel pomeriggio, lui e i colleghi in borghese avevano fermato uno spacciatore in corso Vercelli, recuperando una discreta quantità di sostanze stupefacenti, con ogni probabilità cocaina, che il poliziotto aveva portata ad analizzare nei laboratori per concludere le procedure d’arresto.