26 ottobre 2020
Aggiornato 22:00
Boom di visitatori

Migliaia di visitatori il primo dell'anno, Museo Egizio e Reggia di Venaria presi d'assalto

Quasi 11 mila visitatori nei due poli attrattivi torinesi. Migliaia di visitatori anche al Museo del Cinema e alla Gam dove c'è ancora per qualche giorno la mostra di Monet.

TORINO - Un’altra conferma (come se ce ne fosse bisogno) di una Torino diventata ormai meta turistica è arrivata nella giornata di ieri con i musei e le mostre cittadine prese d’assalto da decine di migliaia di visitatori. Un Capodanno orientato verso la cultura, un must che il capoluogo piemontese ha scoperto sempre più negli ultimi anni e che non viene mai disilluso tra le feste e i ponti che ci sono durante l’anno.

EGIZIO E REGGIA SU TUTTI - Numeri da record per le due mete più visitate del 2015. Nel primo giorno del nuovo anno il Museo Egizio e la Reggia di Venaria sono stati visitati complessivamente da quasi 11 mila persone: 4.500 i biglietti staccati nel primo, oltre 6.200 nel secondo. Ottima affluenza anche per il Museo del Cinema che, nonostante un’apertura ritardata a partire dalle ore 15, ha registrato circa 2 mila presenze.

Se i musei di Torino sono una forte attrattiva, lo stesso si può dire anche per le mostre attualmente offerte. Alla Gam (aperta con orario dimezzato) ieri sono transitati 1.830 visitatori per Monet, i quali hanno creato una lunga coda all’esterno tanto che la direzione ha deciso di offrire cioccolata calda. Oltre 1.200 le presenze a Palazzo Madama.

IL «BOOM» DEL 2015 - Quello appena concluso è stato certamente un anno positivo per la «cultura torinese». Come detto prima, sul podio di posizionano il Museo Egizio e la Reggia di Venaria. Nella «casa dei Faraoni» sono stati staccati complessivamente 772.912 biglietti nel 2015, mentre nella Versailles italiana circa 662 mila.