17 febbraio 2020
Aggiornato 01:30
Champions League

Khedira e Sturaro avvisano il Bayern: «Non sarà facile batterci»

«Il Bayern è una delle migliori squadre al mondo ma anche noi siamo molto forti dopo qualche difficoltà a inizio stagione. Non vedo l'ora di sfidare i miei compagni di nazionale, al Bayern sanno che non sarà facile contro di noi».

TORINO - La Juventus non è stata sicuramente fortunata nel sorteggio ma nemmeno il Bayern Monaco avrà fatto i salti di gioia. Sami Khedira guarda già alla doppia sfida di Champions contro i bavaresi e si sente tutt'altro che battuto. «Sono partite a eliminazione diretta, tutto o niente, sta qui il grande fascino - commenta in un'intervista alla 'Welt am Sonntag' - Il Bayern è l'avversario peggiore ma se giochi la Champions lo fai per vincerla e non importa chi devi affrontare, devi battere tutti. Il Bayern è una delle migliori squadre al mondo ma anche noi siamo molto forti dopo qualche difficoltà a inizio stagione. Non vedo l'ora di sfidare i miei compagni di nazionale, al Bayern sanno che non sarà facile contro di noi».

Sturaro: «Possiamo eliminare il Bayern»
«E' presto per parlare di scudetto ed è anche sbagliato farlo. In corsa per il titolo ci sono ancora tante squadre, ma noi pensiamo a giocare partita dopo partita senza porci un obiettivo in particolare». Così il centrocampista della Juventus, Stefano Sturaro, ai microfoni di Sky Sport 24. «La voglia e la fame di vincere è sempre uguale, se non superiore visto che tanti di noi sono giovani e tutti vogliamo migliorarci», ha proseguito l'ex Genoa, classe 1993. Campionato ma anche Champions League, Sturaro parla della sfida contro i campioni di Germania in programma a febbraio. «Il Bayern è una corazzata, ma nel calcio tutto e' possibile, se giocheremo da Juve e daremo il massimo nelle due partite che ci aspettano avremo la possibilità di farcela», assicura Sturaro che poi parla di Mandragora, giovane talento il cui nome è stato accostato alla Juventus. «Non sono abituato a parlare di mercato, ma avendolo visto giocare e avendolo avuto come compagno posso dire che siamo due giocatori completamente diversi, è un bravissimo ragazzo, un grandissimo giocatore, il percorso che potrà fare, poi, dipenderà da lui».

«Questa squadra sa giocare in modi diversi»
La squadra, dopo un avvio difficile, ha ingranato la marcia giusta e in campionato è reduce da sette vittorie consecutive. Allegri ha rispolverato il 3-5-2 che ha dato più solidità ai bianconeri, ma per Sturaro non è questo il segreto della rimonta: «questa squadra sa giocare in modi diversi, perchè ci sono molti giocatori capaci di ricoprire più ruoli, quindi il 3-5-2 non è necessariamente l'unico schieramento con cui possiamo giocare. Nell'ultimo periodo con quello schema siamo stati efficaci, ma ci saranno altre partite in cui magari sarà piu' giusto cambiare».