9 dicembre 2019
Aggiornato 08:00
San Giorgio Canavese

Lite in strada tra fratelli settantenni, il maggiore colpito alla testa: è tentato omicidio

Un litigio nato per futili motivi e per pregresse discussioni familiari che poteva finire in tragedia. Sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio L.M. di 75 anni

SAN GIORGIO CANAVESE - Dopo un furioso litigio in strada con il fratello di 78 anni, nato per futili motivi e per pregresse discussioni familiari, lo aveva colpito in testa con un bastone provocandogli una ferita lacero contusa e un trauma cranico. A una settimana da quell’episodio i carabinieri hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio L.M. di 75 anni residente a San Giorgio Canavese. A seguito dell’udienza di convalida gli è stata inoltre notificata la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di San Giorgio Canavese.

Venti giorni di prognosi per il fratello ferito
I fatti si erano svolti in piazza Pescatore e il ferito, soccorso da alcuni testimoni in primi e dal 118 poi, era stato medicato all’ospedale di Ivrea e giudicato guaribile in 20 giorni.