13 agosto 2020
Aggiornato 13:30
Giustizia

Processo amianto in Olivetti: Telecom concilia con 4 famiglie

Nell'aula magna del liceo Gramsci hanno testimoniato due ex lavoratori, Bruna Luigia Perello, 68 anni, Pierangelo Bovio Ferassa, entrambi affetti da mesotelioma pleurico, e la dirigente Spresal dell'Asl To4, Silvana Cerutti, che ha prodotto le analisi negli stabilimenti

IVREA – Nuova udienza ieri a Ivrea per il processo per i decessi legati all'esposizione ad amianto negli stabilimenti Olivetti del Canavese. Durante la discussione gli avvocati che rappresentano Telecom Italia, responsabile civilmente per fatti antecedenti all'acquisizione di Olivetti, hanno comunicato di aver raggiunto un accordo conciliativo con i familiari di 4 dipendenti defunti.

Nell'aula magna del liceo Gramsci hanno testimoniato due ex lavoratori, Bruna Luigia Perello, 68 anni, Pierangelo Bovio Ferassa, entrambi affetti da mesotelioma pleurico, e la dirigente Spresal dell'Asl To4, Silvana Cerutti, che ha prodotto le analisi sulla presenza dell'amianto negli stabilimenti.

Nel processo sono imputati 17 ex dirigenti e manager del colosso informatico, fra gli altri i due De Benedetti Carlo e Franco, l'ex ministro Corrado Passera e Roberto Colaninno, ma per lui la sola accusa è di lesioni.