15 settembre 2019
Aggiornato 12:00
Dal 14 febbraio

«Pensiero libero», a Le Gru la social art con 80 artisti emergenti

Ogni settimana l’area eventi al primo piano del centro commerciale ospiterà l’arte di tre giovani talenti che nel saranno a disposizione per illustrare le proprie opere ai visitatori, che a loro volta diventeranno parte di un'opera collettiva

GRUGLIASCO - Bellezza per tutti, ovunque, anche al di fuori dei luoghi più tradizionali. Sempre più al centro della vita culturale, sempre più capace di aggiungere contenuti e attenzione per il proprio pubblico, Le Gru si trasformano ancora una volta e diventano una vera e propria galleria d’arte grazie a «Pensiero Libero», progetto promosso dall’associazione torinese On Design Art Society.

Più di 80 artisti emergenti
Più di 80 sono gli artisti emergenti coinvolti in questa iniziativa che esporranno a rotazione le proprie opere a partire dal 14 febbraio fino ad ottobre. Ogni settimana l’area eventi al primo piano del centro commerciale ospiterà l’arte di tre giovani talenti che nel week end saranno a disposizione per illustrare le proprie opere ai visitatori mostrando loro le tecniche pittoriche, scultoree e fotografiche. La presenza degli artisti nel luogo dell’esibizione contribuisce ad arricchire l’iniziativa di un aspetto di «educazione all’arte» molto importante. Anche più piccoli verranno coinvolti attraverso la proposta di visite organizzate con le scuole del territorio e di laboratori artistici.

Arte condivisa
In «Pensiero Libero» il visitatore diventa parte attiva dell’opera: ogni settimana infatti, On Design Art Society invierà dei fotografi a immortalare i visitatori della galleria con delle polaroid che andranno a costruire un’unica opera che verrà esposta a completamento e a conclusione dell’iniziativa proprio a Le Gru. «Pensiero Libero» diventerà così un progetto di «social art», di arte condivisa.

Claudia Chiatellino
L’iniziativa avrà ufficialmente inizio il 14 febbraio con la collettiva degli artisti emergenti Claudia Chiatellino, Massimo Villarboito e Ylenia Viola. Claudia Chiatellino è un'artista che si occupa di fotografia, pittura, video e post production. Nasce nel 1988 in provincia di Torino, fin dai primi anni ha mostrato una dote nel campo artistico e nel 2002 frequenta l'istituto d'arte A.Passoni diplomandosi in pittura e restauro delle opere pittoriche. Nel 2007 si trasferisce a Milano per frequentare il corso di Arti Multimediali e Media Design alla Nuova Accademia di Belle Arti. Poco prima della laurea, nel 2011, inizia l'attuale impiego come Graphic Designer in un'importante azienda che si occupa di televisione per bambini e teen ager.

Massimo Villarboito, in arte MAX’xx
Massimo Villarboito - MAX’xx nasce a Torino nel 1962. Nel 1988 si laurea in Ingegneria Aeronautica presso il Politecnico di Torino. Nel 1993 si trasferisce a Madrid dove inizia a dipingere e a produrre collage e lampade all’insegna del riciclaggio. Nel 2004 si trasferisce in Germania dove matura uno stile che riprende i temi grafico/pubblicitari dei prodotti commerciali di uso comune già trattati dalla Pop Art. Con una vecchia pressa per rilegare libri comprime oggetti di alluminio, mentre altri li ricopre di resina. Nel 2014, dopo un ventennio trascorso all'estero dove crea ed espone a Madrid e a Monaco di Baviera, ritorna a Torino e per la prima volta decide di esporre a Paratissima.

Ylenia Viola
Ylenia Viola è una fotografa torinese che ha esibito i suoi lavori in tutta Italia.  La sua passione per la fotografia è legata al processo di prendere inspirazione dalla realtà e trasportarla nella sua immaginazione processando digitalmente le foto per aggiungere filtri che resituiscano una visione personale. Recentemente ha esposto a Milano e Firenze per un evento organizzato da Vogue Italia e a Paratissima a Torino.