19 giugno 2019
Aggiornato 09:30
Omicidio di Rivarolo Canavese

Svolta nell’omicidio Pomatto, fermato un pregiudicato di 55 anni di Rivarolo Canavese

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino e di Ivrea, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Ivrea, hanno fermato un uomo di 55 anni per l’omicidio di Pierpaolo Pomatto

RIVAROLO CANAVESE - I carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino e di Ivrea, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Ivrea, hanno fermato un uomo di 55 anni per l’omicidio di Pierpaolo Pomatto, il 65enne residente a Feletto trovato senza vita il 19 gennaio scorso in frazione Vesignano a Rivarolo. Per il momento si sa poco sull’identità dell’uomo fermato, se non che si tratta di un residente di Rivarolo Canavese pregiudicato. Nei suoi confronti i militari hanno acquisto gravi e convergenti elementi di responsabilità per il coinvolgimento nell’omicidio.

Pomata ucciso con un colpo di pistola alla nuca
Inizialmente si credeva che Pierpaolo Pomatto fosse stato giustiziato per sgozzamento ma l’ispezione cadaverica effettuata ore dopo il ritrovamento del corpo senza vita aveva rivelato un colpo di pistola alla nuca sotto il cuoio capelluto con il foro d’uscita alla gola. Dagli accertamenti fatti sembrerebbe che la vittima fosse stata rintracciata in un supermercato di Rivarolo, costretto a salire su un’auto sotto minaccia armata e, infine, ucciso in un luogo poco frequentato. A trovare il cadavere era stato un passante che faceva jogging.