17 febbraio 2020
Aggiornato 01:00
L'operazione della Guardia di Finanza

Calendari e gadget «fasulli»: sgominato giro internazionale di articoli contraffatti

Le aziende operavano sia in Italia che all'estero. Le indagini, condotte dai baschi verdi, sono partite in seguito ad un sequestro di calendari in occasione della tappa italiana del tour degli U2

TORINO - Migliaia di calendari falsi con le star della musica e dello sport. E' quanto ha scoperto la Guardia di Finanza di Torino in un'operazione di contrasto alla contraffazione dei marchi e alle violazioni in materia di diritto di autore. I baschi verdi del Gruppo Torino hanno individuato un'intera filiera produttiva e distributiva, operativa sia in Italia che all'estero, di calendari ed altri oggetti di merchandising in violazione dei diritti di privativa industriale.

U2, Messi e Cristiano Ronaldo tra le star riprodotte in articoli contraffatti
Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Torino e scaturite a seguito di un maxi sequestro di calendari contraffatti effettuato in occasione della tappa italiana del tour degli U2, hanno permesso ai finanzieri di individuare diverse aziende, con sedi nelle province di Torino, Varese, Bologna e Rimini, nei cui stabilimenti sono stati rinvenuti migliaia di calendari ed altri articoli riproducenti i marchi di artisti e sportivi di fama internazionale, tra i quali: U2, One Direction, Five Seconds of Summer, Frozen, Violetta e i calciatori Messi e Cristiano Ronaldo.

62.000 calendari sequestrati, 16 persone denunciate
Le perquisizioni hanno consentito di sequestrare 320 clichè relativi a marchi registrati, 390.000 lastre stereotipiche e oltre 62.000 calendari, molti dei quali pronti per essere commercializzati, nonché 124 macchinari utilizzati per la produzione del materiale illecito. Sedici i responsabili denunciati per i reati di contraffazione e frode in commercio. Le investigazioni hanno inoltre consentito di accertare una frode fiscale all'Iva per oltre 240.000 euro.