26 ottobre 2020
Aggiornato 22:30
Ricerche Gloria Rosboch

Ricerche finite nel peggiore dei modi: l’insegnante Gloria Rosboch trovata morta

Il corpo senza vita è stato trovato a Rivara, non distante da Castellamonte dove la donna viveva. L’ex allievo Gabriele Defilippi è stato fermato dai carabinieri e portato in caserma a Torino

RIVARA - Le ricerche di Gloria Rosboch, la professoressa di Castellamonte scomparsa il 13 gennaio scorso, sono giunte alla conclusione con la notizia che nessuno avrebbe voluto dare. Il corpo della donna ormai privo di vita è stato ritrovato a Rivara, in località Rossetti, nei pressi di una vecchia discarica e non distante dalla sua residenza. Sul posto sono presenti i carabinieri di Venaria, i vigili del fuoco e il medico legale.

Fermato lo studente Gabriele Defilippi
Subito dopo la notizia del ritrovamento del cadavere c'è stato il fermo dell’ex allievo di Gloria Rosboch, il 22enne Gabriele Defilippi. Il giovane era stato interrogato a lungo nella giornata di martedì. I carabinieri lo hanno portando a Torino nella caserma provinciale di via Cernaia.

Gloria Rosboch era sparita il 13 gennaio
Uscita di casa nel primo pomeriggio del 13 gennaio, Gloria Rosboch non aveva più fatto ritorno. Dopo giorni di fitte indagini e ricerche senza esito, l’interesse dei carabinieri si era spostato su un ex studente dell’insegnante, quel Gabriele Defilippi fermato quest’oggi e a cui la Rosboch aveva dato 187mila euro nell’ottobre del 2014 per un fantomatico affare che non si era poi concluso. Il tutto era terminato tempo dopo con la querela per truffa.