22 luglio 2019
Aggiornato 03:30
Grugliasco

Si sposano e vengono subito denunciati, nei guai una 28enne e un operaio di 31 anni

Le indagini dei carabinieri hanno dimostrato che la donna aveva ottenuto la disponibilità dell’uomo a sposarsi con lei al comune di Grugliasco, pur in assenza di effettiva comunione di vita e di affetti

TORINO - Truffa e favoreggiamento all’immigrazione clandestina dietro a un matrimonio. E’ l’accusa mossa nei confronti di una ragazza nigeriana di 28 anni residente a Torino e di un operaio di 31 anni di Grugliasco al termine di un’indagine dei carabinieri Borgata Campidoglio, in collaborazione con i colleghi di Grugliasco, dopo che i due sono convolati a nozze nella giornata di ieri. I militari sono infatti riusciti a dimostrare che la ventottenne aveva ottenuto, previo pagamento di mille euro, la disponibilità dell’uomo a sposarsi con lei pur in assenza di effettiva comunione di vita e di affetti. Un matrimonio di convenienza a tutti gli effetti organizzato per consentire alla nigeriana di ottenere il permesso di soggiorno per motivi familiari. Le indagini continuano al fine di individuare altre persone coinvolte: ci sarebbe anche un’agenzia specializzata in matrimoni.