15 settembre 2019
Aggiornato 08:00
Morto il chitarrista Fulvio Rasa

Travolto in bicicletta sulla provinciale di Carmagnola, muore il chitarrista Fulvio Rasa

Insegnate e chitarrista, sposato e con un bambino di 8 anni. Fulvio Rasa ha trovato la morte sulla provinciale 393 al bivio con Vallongo: un furgone lo ha travolto fatalmente

CARMAGNOLA - Fulvio Rasa, 37 anni di Moncalieri, è morto nella giornata di domenica 20 marzo in seguito a un incidente avvenuto sulla strada provinciale 393 di Carmagnola. Insegnante di musica e noto chitarrista non solo nel torinese, Rasa era in sella alla due ruote quando un Fiat Doblò, che viaggiava nella sua stessa direzione, lo ha travolto fatalmente. Il trentasettenne è stato sbalzato a terra dal furgone e ha perso subito conoscenza: quando i soccorsi sono arrivati c’è stato un doppio arresto cardiaco e altrettanti tentativi di rianimazione da parte del personale del 118. Poi la corsa in elicottero verso l’ospedale Cto di Torino, risultata però inutile perché Fulvio Rasa è deceduto al suo arrivo presso la struttura sanitaria.

A bordo del furgone un ragazzo di 22 anni
Al volante del Fiat Doblò che ha urtato il ciclista c’era un ragazzo di 22 anni. Quando i carabinieri del Nucleo Mobile di Moncalieri sono giunti sul posto lui era lì, fermo e sotto shock per quanto successo. Il giovane è stato sottoposto all’alcol test ed è risultato negativo, dunque non guidava in stato di ebbrezza. La dinamica è ora al vaglio dei militari: secondo una prima ipotesi il ventiduenne potrebbe essere stato abbagliato dal sole e non aver visto il ciclista davanti a lui.