9 dicembre 2019
Aggiornato 08:00
Ricerca

Architetto di 90 anni regala un milione di euro alle Molinette: è una donazione record

Il benefattore ha donato la cifra alla Fondazione Ricerca delle Molinette. I soldi serviranno ad accelerare gli inter sanitari, spesso rallentati dalla burocrazia

TORINO - Un milione di euro alla Fondazione Ricerca delle Molinette: nessuno aveva mai donato tanto. Il generossisimo benefattore è Domenico Negri, architetto novantenne che ha deciso di devolvere una parte del suo patrimonio in favore della ricerca sanitaria.

Cosa fa la Fondazione ricerca delle Molinette
L'ingente cifra servirà a velocizzare ulteriormente quei servizi rallentati dalle annose pratiche burocratiche. La Fondazione ricerca delle Molinette, nata nel 2001 per promuovere la ricerca sul tumore, ha voluto sottolineare quanto le donazioni siano in grado di aiutare la sanità pubblica. Ed è proprio dalla ricerca di finanziamenti privati, seguendo il modello americano, che le onlus hanno deciso di puntare per colmare quel gap lasciato dai bilanci pubblici sempre più difficili da gestire. Il cittadino a fianco delle istituzioni, nel nome del valore sociale.

Antonio Saitta: «Trattiamo con le fondazioni bancarie»
D'altro canto proprio le Molinette possono essere prese come spot per le donazioni. Ottant'anni fa, quando l'ospedale venne costruito, la famigia Abegg donò infatti 10 milioni di lire, al fronte di una spesa totale di 46. L'obiettivo è quello di far si che il cittadino affianchi l'istituzione, nel nome del valore sociale. Sull'impegno dell'istituzioni è Antonio Saitta, assessore alla Sanità, a garantire: «Stiamo trattando il coinvolgimento delle fondazioni bancarie». Certo è che come quello dell'architetto Negri contribuiscono a creare una forza comune, in nome di una sanità a portata di tutti i cittadini.