23 gennaio 2021
Aggiornato 22:00
Commissione Toponomastica

E' ufficiale, una via di Torino ricorderà Andrea Fortunato

La decisione è stata presa dalla Commissione Toponomastica. Il giocatore della Juventus era mancato a 23 anni, a causa della leucemia

TORINO - Dopo l'ufficialità del cambio di nome dello Stadio Olimpico, intitolato alla memoria del Grande Torino, la Commissione Toponomastica ha stabilito di intitolare una via della città ad Andrea Fortunato, terzino della Juventus deceduto a soli 23 anni a causa della leucemia.

Chi è Andrea Fortunato
Andrea Fortunato ha vestito la maglia della Juventus tra il 1993 e il 1995, svolgendo il ruolo di terzino. Nato a Salerno, ha giocato anche per il Como, il Genoa e il Pisa. Chiamato sotto la Mole da Trapattoni, considerato dagli addetti ai lavori l'erede di Antonio Cabrini, il 20 maggio del 1994 gli diagnosticarono una forma di leucemia linfoide acuta. Dopo una lunga battaglia, vista l'incompatibilità nel poter ricevere un trapianto totale di midollo osseo, Andrea Fortunato morì il 25 aprile 1995, lasciando un vuoto probabilmente incolmabile nella città di Torino, colpita dalla vicenda del giovane calciatore.

Fabrizio Ricca: "Fortunato promuove principi e valori universali"
Fabrizio Ricca, consigliere della Lega Nord, tifoso bianconero nonché autore della proposta di intitolare una via alla memoria di Fortunato, esprime tutta la sua soddisfazione: «Era un provvedimento a cui tenevamo particolarmente per ricordare una grande personalità che promuove principi e valori che riteniamo universali nello sport e nell'identità di una città come Torino. Andrea Fortunato è sempre stato legato alla città di Torino, città madre della sua squadra del cuore nonché città che lo ha accolto a braccia aperte. E’ stato un esempio di coraggio,umanità e solidarietà per tutti, ma soprattutto per i suoi compagni di squadra, per i propri tifosi e per tutto il mondo calcistico».