17 febbraio 2020
Aggiornato 03:00
Contraffazione

«Chanel» e «Tiffany» venduti al mercato di Santa Rita, scattano i sequestri della finanza

Dietro la vendita dei prodotti contraffatti, la guardia di finanza ha scoperto un vero e proprio laboratorio clandestino di fabbricazione dove sono stati rinvenuti e sequestrati oltre 2mila articoli

TORINO - Vendeva tranquillamente articoli di bigiotteria e pelletteria con i marchi Chanel e Tiffany contraffatti nel mercato rionale di Santa Rita. Le segnalazioni hanno portato la guardia di finanza a indagare e, partendo dall’ambulante del noto quartiere torinese, sono risaliti a un vero e proprio laboratorio clandestino di fabbricazione dove sono stati rinvenuti e sequestrati oltre 2mila prodotti contraffatti, oltre a quattro macchinati utilizzati per l’illecita produzione. L’intervento delle fiamme gialle ha permesso quindi di interrompere la filiera della vendita e si è concluso altresì con la denuncia per contraffazione e ricettazione per due imprenditori italiani.