23 gennaio 2021
Aggiornato 21:30
Vandalismo

Attacco alla Lega Nord, scritte su un muro in via Bardonecchia

«Non è la prima volta che siamo vittima di azioni demenziali di gente che non ha mai lavorato un secondo nella vita. Prima di abusare di quel simbolo si sciacquino la bocca»

TORINO - Nella notte sono comparse alcune scritte contro la Lega Nord su un muro in via Bardonecchia, nella Circoscrizione 3 di Torino. Oltre alle frasi ingiuriose si legge «potere ebraico» come firma e proprio a proposito di questo il capogruppo in Consiglio comunale, Fabrizio Ricca, ha commentato dicendo «prima di abusare di quel simbolo si sciacquino la bocca». «Non è la prima volta che siamo vittima di azioni demenziali di gente che non ha mai lavorato un secondo nella vita», ha aggiunto. Anche il deputato Stefano Allasia ha condannato il gesto, «l’ennesimo attacco alla Lega», evidenziando come questi episodi stiano aumentando. «Siamo certi», ha detto Allasia, «che dietro la bomboletta spray ci sia una precisa matrice politica. Questi gesti vigliacchi non ci fermano e anzi ci danno più forza a far capire ai torinesi l’incapacità cronica di Fassino e del Pd».

Solidarietà da parte del Partito Democratico
Attaccato dalla Lega Nord, il Pd si è espresso per quanto riguarda le scritte contro il partito del segretario nazionale Matteo Salvini. «Condanniamo ogni forma di violenza, anche quella espressa attraverso scritte ingiuriose che non hanno nulla da spartire con la contrapposizione politica e con l?esercizio democratico», dice il capogruppo in Sala Rossa Michele Paolino, «Esprimiamo solidarietà e vicinanza a simpatizzanti, militanti e rappresentanti nelle Istituzioni della Lega Nord».