13 novembre 2019
Aggiornato 07:00
Omicidio di Gloria Rosboch

Omicidio Rosboch: festini con cocaina e casinò, i 187mila euro non ci sarebbero più

Potrebbero essere stati spesi tutti i soldi che Gloria Rosboch aveva dato a Gabriele Defilippi. Quei 187mila euro non sono ancora stati trovati, ma alcune testimonianze portano alla spendita facile

CASTELLAMONTE - Anche se non sono più sotto i riflettori come qualche settimana fa, le indagini sull'omicidio di Gloria Rosboch continuano. In particolare la Procura di Ivrea e gli investigatori si stanno concentrando sui soldi che la professoressa di Castellamonte aveva dato, truffata, a Gabriele Defilippi: di quei 187mila euro non c'è traccia e potrebbero non saltare mai fuori. Questo perché pare che l'ex studente ventiduenne abbia sperperato tutto il denaro insieme all'amico e compagno Roberto Obert in festini a base anche di cocaina e al casinò.

La promessa di una nuova vita insieme
Gloria Rosboch si fidò di Gabriele Defilippi, a tal punto da dargli tutti quei soldi. Il giovane le aveva promesso una vita insieme, un nuovo inizio lontano da Torino e da Castellamonte, magari in Costa Azzurra. Ma quella promessa non era altro che una truffa per poter avere soldi (tanti), facili e veloci. E se fossero davvero stati spesi tutti, non è escluso che il duo Defilippi-Obert abbia truffato altre donne, anche se per il momento questa resta un'ipotesi senza controverifica.

"I soldi sono nella cassetta di sicurezza di Obert"
In un primo momento Defilippi aveva detto agli investigatori che i soldi della Rosboch si trovavano al sicuro in una cassetta di sicurezza di proprietà di Obert custodita in una banca a Forno Canavese. I carabinieri hanno rinvenuto quella cassa ma, una volta aperta, all'interno non avevano trovato nulla. Il mistero resta.