22 ottobre 2017
Aggiornato 12:00
Sala Rossa

Approvato il Bilancio consuntivo: il debito della Città è di 2,9 miliardi, ridotto di 400 milioni dal 2010

Sono stati 23 i consiglieri comunali che hanno approvato il Bilancio consuntivo 2015. Contro hanno votato in 6, mentre in 2 si sono astenuti. Il debito è sceso negli ultimi 5 anni grazie ai risparmi sul personale e sul funzionamento della macchina comunale

Fassino in Sala Rossa (© Spazio Torino)

TORINO - Il Consiglio comunale si appresta a concludere la legislatura con le ultime ore di Sala Rossa. Non prima però di aver approvato - cosa fatta proprio oggi - il Bilancio consuntivo 2015 della Città che conferma un pesante debito di 2,9 miliardi di euro, ridotto però in cinque anni di circa 400 milioni. I principali risparmi, in termini di spese correnti, sono stati realizzati sul personale comunale e sul funzionamento della macchina amministrativa.

Bilancio approvato con 23 voti a favore
Sono stati 23 i consiglieri comunali che hanno approvato il Bilancio consuntivo 2015. Contro hanno votato in 6, mentre in 2 si sono astenuti. Quello approvato oggi è il primo bilancio varato sulla base dei principi di armonizzazione contabile introdotti dalle nuove normative per le amministrazioni pubbliche. Prima invece si faceva tenendo conto della contabilità finanziaria semplice.