14 dicembre 2017
Aggiornato 01:31
Guardia di finanza

Staff del ristorante quasi totalmente in «nero», maxi multa e richiesta di sospensione del locale

Sette persone in «nero» lavoravano regolarmente nel ristorante senza aver alcun contratto e privi di garanzie assistenziali. La scoperto durante un’attivitą della guardia di finanza

Auto della Guardia di Finanza (© )

PINEROLO - Diciotto lavoratori in «nero», dodici assunti in parziale violazione della normativa vigente e sanzioni fino a un massimo di 200mila euro. Questo il risultato di un’attività della guardia di finanza di Pinerolo che nei giorni scorsi ha ispezionato una decina tra negozi di abbigliamento, bar, ristoranti, agenzie immobiliari e anche una casa di riposo.

Un intero ristorante con lavoratori in «nero»
I finanzieri hanno scoperto che in un ristorante del pinerolese quasi tutto lo staff - 7 persone - era «assunto» in «nero» ed erano quindi esposti a elevati rischi in termini di sicurezza e privi di garanzie assistenziali. Ad aggravare la posizione del locale è anche emersa la presenza, tra i dipendenti irregolari, di un immigrato clandestino proveniente dal Bangladesh, privo di regolare permesso di soggiorno. A quest’ultimo è stato notificato un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale.