24 ottobre 2017
Aggiornato 09:00
In arresto tre borseggiatori

Gli esperti del borseggio davanti a Porta Nuova, mano lesta e tattica «a tre»

In tre hanno avvicinato un gruppetto di donne: due di essi ne rallentavano il passo in modo che una in particolare rimanesse in fondo mentre il terzo si avvicinava alle spalle della vittima rimasta dietro e concludeva il borseggio nascondendo il movimento della mano con una cartina geografica.

TORINO - In tre hanno avvicinato la vittima di turno e con destrezza uno di loro ha rubato il portafogli dallo zaino della turista francese che stava camminando sotto i portici di via Sacchi, di fronte alla stazione di Porta Nuova. Tutta la scena è stato ripresa da una telecamera di sicurezza di un albergo situato lì di fronte: tre cittadini romeni hanno avvicinato un gruppetto composto da tre donne, due di essi ne rallentavano il passo ponendosi davanti a loro e facevano in modo che una in particolare rimanesse in fondo mentre il terzo si avvicinava alle spalle della vittima rimasta dietro e concludeva il borseggio nascondendo il movimento della mano con una cartina geografica.

Scena vista dalle telecamere e da un passante
Un testimone ha assistito al borseggio e ha subito allarmato il 113. Intanto i tre malviventi, rubato il portafogli, si sono prima diretti verso via Magenta e, pensando di essere al sicuro, si sono spartiti il bottino. Poi sono andati in piazza Paleocapa per un nuovo borseggio ma qui la polizia, tenuta sempre aggiornata dal passante che li aveva chiamati qualche minuto prima, è intervenuta. Alla vista della divisa i tre sono fuggiti in direzioni diverse: due sono stati fermati in piazza Carlo Felice, uno sulle scale della stazione di Porta Nuova e l'altro nei giardinetti della piazza. E' riuscito a dileguarsi, almeno inizialmente, il terzo complice.

In arresto un 27enne e un 36enne
Per i due romeni fermati è scattato l'arresto con l'accusa di furto aggravato in concorso. Si tratta di un 27enne e di un 36enne privi di domicilio in Italia e disoccupati. A loro carica è stata sequestrata la cartina  utilizzata per compiere i furti e parte della refurtiva sottratta alla turista. Le indagini effettuate per risalire all’identità del terzo complice, hanno permesso di rintracciare il soggetto e arrestarlo.