22 agosto 2017
Aggiornato 07:00
Rapina in banca

Dipendenti chiusi nello stanzino e cassa prosciugata, colpo in banca in corso Traiano

La rapina è stata messa a segno nella Cassa di Risparmio di Fossano in corso Traiano 16. Il bottino è di circa 130mila euro: la polizia indaga per risalire all'identità dei malviventi, anche se avevano il volto coperto e ci sono pochi dettagli

Furto alla Cassa di Risparmio di Fossano di corso Traiano 17 (© )

TORINO - Un colpo da 130mila euro messo a segno con un coltello. I dipendenti della Cassa di Risparmio di Fossano di corso Traiano 17 nel pomeriggio di ieri hanno passato momenti di paura: sotto minaccia sono stati rinchiusi in una stanza da tre uomini con il volto nascosto mentre i malviventi aspettavano l’apertura della cassa temporizzata.

La rapina alle 16, indaga la polizia
Il colpo è stato messo a segno in pieno pomeriggio: erano circa le ore 16 quando i tre ladri sono entrati nella filiale della banca per compiere la rapina. Chiusi i dipendenti nello stanzino, hanno preso i contanti e sono fuggiti prima che la polizia potesse arrivare sul posto. Toccherà ora proprio alle forze dell’ordine provare a risalire all’identità dei tre rapinatori anche se il fatto che fossero travisati rende il tutto più complicato. Il primo passo, oltre a sentire chi era presente in banca nel momento della rapina, è stato quello di acquisire i filmati delle telecamere di sorveglianza da cui si spera emerga qualche utile indizio.