24 giugno 2017
Aggiornato 10:52
Salvini al Salone del Libro

«Lega primo partito del centrodestra a Torino. Spero nel ballottaggio»

Il leader della Lega Nord Matteo Salvini alle ore 15 ha fatto la sua comparsa allo stand Rizzoli per firmare le copie del suo libro «Matteo Salvini secondo Matteo». E’ stata l’occasione per parlare delle elezioni tra applausi e contestazioni.

TORINO - Matteo Salvini ha fatto una fugace apparizione al Salone del Libro per firmare le copie del suo libro «Matteo Salvini secondo Matteo: follia e coraggio per cambiare il paese». Un veloce passaggio tra gli stand che ovviamente non poteva passare inosservato sia ai fans del leader della Lega Nord che ai contestatori. Prima di parlare delle elezioni che tra poco più di due settimane porteranno i torinesi alle urne per eleggere sindaco e consiglieri comunali, Salvini si è fatto abbracciare da giovani e meno giovani con in mano il suo libro e ha fatto l’immancabile selfie e un video diretta su Facebook. Quando qualcuno lo ha contestato lui si è limitato semplicemente a farlo sapere ai suoi fans dicendo «ci mancavano le zecche».

«Primo partito di centrodestra e ballottaggio»
Nonostante il ritardo nell’annunciare il candidato e nonostante un centrodestra spaccato, Matteo Salvini è positivo sulle prossime elezioni a Torino. «La Lega sarà il primo movimento politico del centrodestra perché il resto non è pervenuto», dice sicuro di sé aggiungendo, «spero anche che si giochi il ballottaggio». E del candidato Alberto Morano, con cui ha passato qualche ora prima di arrivare al Salone del Libro, ha una gran fiducia: «Morano mi piace come candidato, è una persona semplice: oggi siamo stati in Barriera di Milano e mi sembra che abbia idee molto concrete e a me piace la concretezza». Una reunion di partiti del centrodestra dopo le elezioni? «Una ricomposizione? Chiedetelo a Forza Italia che a volte guarda indietro e fa il gambero a Torino come a Roma».