29 maggio 2020
Aggiornato 16:00
Cronaca

60mila euro di preziosi rubati a una gioielliera francese: in manette la banda dei falsari

I due uomini, entrambi nomadi, sono considerati professionisti del furto e sospettati di aver messo a segno decine di colpi in tutta Europa

TORINO - I carabinieri di Rivoli hanno arrestato Z. M,, 42 anni, residente a Collegno, e B. J., 44 anni, residente in Francia, per tentata truffa e rapina ai danni di una gioielliera francese di 46 anni.

La tentata truffa e la rapina
Gli uomini hanno dato appuntamento alla donna, arrivata apposta dalla Francia, all'hotel Gallia di Pianezza. La gioielliera ha portato con sé una valigetta con un campionario del valore di 60.000 euro, ma sin dall'inizio si è accorta che qualcosa non andava. I truffatori infatti avevano troppa fretta di concludere l'affare e di metter le mani sulla valigetta. Quando ha provato a tirarsi indietro, i due uomini l'hanno spintonata violentemente, strappandole di mano la valigia con la gioielleria e sono fuggiti.

Refurtiva recuperata
I carabinieri, dopo aver visionato i filmati delle telecamere di sicurezza, sono riusciti a rintracciarli in una settimana e ad arrestarli. L'intera refurtiva è stata recuperata, mentre durante la perquisizione sono stati sequestrati oltre 2 milioni di euro e franchi svizzeri falsi: i truffatori volevano usarli per pagare la povera gioielliera. La coppia, una vera e propria banda di professionisti, è sospettata di aver messo a segno decine di colpi simili in tutta Europa.