14 dicembre 2017
Aggiornato 01:00
Cronaca

Spaccio in corso Traiano, pusher traditi dallo scambio di una «busta rossa»: tre arresti

Nella busta rinvenuti oltre 23.000 euro. Nelle auto degli spacciatori invece vi erano oltre due chili di marijuana pronta a essere venduta nelle strade torinesi

TORINO - Avevano appena concluso lo scambio quando i poliziotti, insospettiti dal passaggio da una mano all'altra di una busta rossa, sono intervenuti e hanno fermato tre soggetti.

Lo scambio in corso Traiano
E' successo in corso Traiano dove un uomo, un cittadino italiano nascosto dietro un cassonetto posto davanti all'entrata di un garage sotterraneo, ha ceduto una busta rossa a due cittadini albanesi che ne avevano appena approvato il contenuto con una calorosa stretta di mano. I poliziotti sono usciti allo scoperto e hanno fermato i tre uomini, procedendo a un controllo. Il cittadino italiano ha tentato la fuga in corso Unione Sovietica, ma è stato bloccato da una pattuglia giunta in supporto dei colleghi.

Il contenuto della busta
L'uomo è stato trovato in possesso di quattro telefoni di cellulari, due frammenti di marijuana, una macchina fotografica e 3500 euro in contanti. La busta rossa, trovata poi in mano del cittadino albanese, conteneva 23mila euro in contanti, suddivisi in tre mazzette, tre telefoni cellulari e le chiavi di un'autovettura. Anche la perquisizione ai danni dell'altro soggetto ha portato al ritrovamento di un una chiave d'auto e di un telefono cellulare.

Perquisite le auto dei fermati
Non essendo i tre soggetti disposti a collaborare, gli agenti della Squadra Volante hanno effettuato numerose verifiche. Dopo attente ricerche i poliziotti sono riusciti a rintracciare le auto che rispondevano al comando emesso dai telecomandi rinvenuti nelle tasche dei due cittadini albanesi, erano parcheggiate tra via Bachi e piazza Confalonieri. Nel bagagliaio di una delle due autovetture oltre 2 chili di marijuana. Per questo motivo i tre soggetti, a carico di cui sono emersi diversi sospetti di polizia, sono stati arrestati per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.