14 dicembre 2017
Aggiornato 01:00
Cronaca

Cimitero Monumentale, trovata salma di una donna «senza nome» in un nylon

Dopo diverse indagini si è scoperta l'identità del cadavere: è una donna nata nel 1885 nel torinese. Si cercano i famigliari

TORINO - Si è risolto, a distanza di anni, il mistero del cadavere senza nome ritrovato nel marzo del 2012 al Cimitero Monumentale di Torino. 

Il ritrovamento di una salma
Nel corso di un'ordinaria esumazione al Cimitero Monumentale, gli addetti trovarono una salma di una donna avvolta in un nylon fra la lapide e la bara di un defunto che era legittimamente collocato in quella sepoltura. In questi anni, la Polizia Scientifica e l'Unità Analisi del Crimine Violento hanno portato avanti le indagini per capire chi fosse realmente la "donna senza nome». Gli esperti hanno capito che si tratta del corpo di Maria Serre, vedova Savio, proveniente dall'Istituto Riposo per la Vecchiaia.

La ricerca dei famigliari
Per trovare conferma dell'identità è stata attivata una ricerca anagrafica nel Comune di Torino. E' stata ritrovata anche una cartella clinica redatta dalla casa di riposo in cui si è capito come la signora, nata a Inverso Pinasca nel 1885 ma residente a Torino dal 1900, sia deceduta il 21 ottobre 1969. La dottoresa Marinella La Porta, biologa forense, ha estratto dalla salma un profilo genetico per un riscontro in caso di rintraccio famigliare. Per questo motivo, se qualcuno avesse notizie di un componente della famiglia Serre, così come individuato nel corso delle indagini, è pregato di contattare la Polizia Scientifica di Torino per porre fine a questo strano mistero. Una volta per tutte.