19 agosto 2019
Aggiornato 14:30
Arresto all'aeroporto

Da Londra a Torino per fare shopping con carte clonate, arrestato a Caselle

Il giovane, 22 anni, smascherato dalle immagini di videosorveglianza. Spesi 50mila euro in negozi di lusso di Torino e Firenze 

TORINO - Usava carte di credito clonate per fare acquisti in negozi di lusso e, tra Torino e Firenze, aveva già speso più di 50mila euro. Il soggetto in questione è un 22enne inglese residente a Londra, finito in manette all’aeroporto di Caselle mentre stava per far ritorno al proprio paese dopo l’ennesimo «soggiorno di lusso» in Italia.

Straniero «smascherato» dalle immagini video
A bloccarlo ci hanno pensato gli uomini della polizia postale e delle comunicazioni di Torino, unitamente al personale dell’ufficio di polizia di frontiera aerea. Va detto che il giovane straniero - finora incensurato - era finito da tempo nel mirino degli investigatori, che gli stavano alle calcagna dopo aver visionato numerose testimonianze video che lo ritraevano nell’atto di fare acquisti fraudolenti all’interno dei negozi. 

Toccata e fuga per fare acquisti 
Il modus operandi del 22enne era grossomodo il seguente: una volta sbarcato nel nostro paese, vi trascorreva un tempo brevissimo nel quale compiva i suoi acquisti in frode, per poi ripartire - spesso anche in giornata - con destinazione Londra, dove riscuoteva - come compenso dai suoi complici inglesi - fino al 25% del valore della merce acquistata in Italia. Acquisiti gli elementi sufficienti ad incastrarlo, i poliziotti lo hanno intercettato presso lo scalo torinese, trovandolo in possesso di numerose carte American Express clonate, diversi telefoni cellulari e costosi capi d’abbigliamento, questi ultimi acquistati a Torino mediante le «famose» carte di credito clonate.