23 marzo 2019
Aggiornato 17:00
Cronaca

Preso il ricettatore dei «cellulari rubati»: rivendeva la refurtiva in Marocco

Nell'appartamento dell'uomo numerosi cellulari di marca e diverso materiale tecnologico, provento di furti. La refurtiva arrivava direttamente dal mercato nero di Porta Palazzo
L'incredibile quantità di materiale sequestrato
L'incredibile quantità di materiale sequestrato

TORINO - Gli investigatori della Polizia di Stato nel pomeriggio di ieri hanno denunciato in stato di libertà un cittadino marocchino trentanovenne incensurato ed in regola con il permesso di soggiorno, residente in zona Madonna di Campagna; l’uomo deteneva in un appartamento di uno stabile di via Lombardore numerosi telefoni cellulari di marca ed altro materiale tecnologico di provento furtivo, per un valore superiore ai 15.000,00 euro.

Il fermo e la perquisizione
All’atto del fermo, avvenuto in strada nel quartiere di Barriera di Milano, gli agenti lo hanno trovato in possesso di un cellulare Iphone 6S che, grazie alla scheda telefonica Sim, è stato possibile accertare essere stato appena rubato ad una ragazza, alla quale veniva poi restituito. La successiva perquisizione presso il domicilio permetteva di rinvenire numerosi smartphone privi di scheda Sim la cui memoria era già stata «resettata» ripristinando le impostazioni di fabbrica. 

Refurtiva acquistata a Porta Palazzo e rivenduta in Marocco
L’indagato ammetteva che i telefoni ed il materiale sequestrato, tra cui un navigatore satellitare Kenwood, era tutto stato acquistato negli ultimi mesi a Porta Palazzo  direttamente da chi commette i furti, ad un prezzo oscillante tra i 10 ed i 100 euro, a seconda del modello, per poi essere rivenduti dal ricettatore in Marocco come  «usato pari al nuovo». Gli agenti sequestravano all’uomo anche 8.000,00 euro in contanti provento dell’attività illecita.

Come riavere i cellulari rubati
A seguito degli accertamenti effettuati sui codici IMEI tramite la banca dati interforze, gli operatori riuscivano a risalire a tre proprietari dei telefoni che avevano denunciato il furto alle Forze di Polizia, mentre per tutti gli altri smartphone sono in corso accertamenti presso la casa produttrice. Segue l’elenco dei telefoni recuperati, dei quali si sconoscono ancora i proprietari, per i quali viene indicato il codice IMEI in modo che le persone alle quali sono stati sottratti i cellulari possano recarsi presso il Commissariato «Barriera di Milano», con la relativa denuncia, per la restituzione del maltolto.

  • IPHONE 6 - con SCHEDA SIM WIND con CCID 8939886383002535345.
  • Autoradio KENWOOD, DNX521VBT, navigatore GPS per auto 2 DIN, lettore DVD, S/N KE1797D1200135 # Y39-6522-71
  • IPHONE 6S - IMEI 353288078495953.
  • IPHONE 6S - IMEI 355391071009801.
  • IPHONE 6S - IMEI 354439065749329.
  • IPHONE 6 - IMEI 35698506269144.
  • IPHONE 6 - IMEI 35695106133114.
  • IPHONE 6 - IMEI 35541707673456.
  • IPHONE 6 - IMEI 352026074010934.
  • IPHONE 6 - IMEI 35331207638315.
  • IPHONE 6 - IMEI 355771077615067.
  • IPHONE 6 - IMEI 358364069509345.
  • IPHONE 6 - IMEI 353270079184539.
  • IPHONE 6 - IMEI 355420074567919.
  • IPHONE 6 - IMEI 355689070162186.
  • IPHONE 6 - IMEI 352089076595559.
  • IPHONE 6 - IMEI 356956065300066.
  • IPHONE  4S  - IMEI 012653008738140 S/N 82109EG8A4S.
  • IPAD – S/N DMPNT7B8G5YQ con cover azzurra marca AIINO.
  • Smartphone SAMSUNG Galaxy S4 - IMEI 355659069010728.
  • Smartphone SAMSUNG SH-J100H - IMEI 357539065109270.
  • Smartphone SAMSUNG  Galaxy S6  - IMEI 35592207152093202.
  • P.C. Netbook 10» ASUS eeePC 1001PX, colore bianco. 
  • 4 orologi, due di marca SECTOR, uno marca CASIO e l’altro marca BREITLING.