23 marzo 2019
Aggiornato 17:30
Cronaca

Dimentica la carta d'identità nell'auto che sta rubando: ladro sbadato in manette

Gli agenti hanno letto l’indirizzo del ladro maldestro sul documento e sono andati a prenderlo in casa, mentre si trovava nel letto.

TORINO - Ha provato a rubare una macchina ma, quando il proprietario l’ha colto sul fatto, è scappato a gambe levate dimenticando il documento nell’abitacolo della vettura. Che non si tratti di un parente stretto di Arsenio Lupin ci sembra abbastanza scontato. 

Il ladro sbadato
E’ successo ieri notte in corso Toscana. Il protagonista di questa assurda vicenda è un ladro di trentanove anni, di cittadinanza italiana. La vittima, allertata da rumori sospetti, ha visto il malvivente in azione dalla propria finestra ed è sceso di corsa per evitare il furto. Una volta in strada, la sorpresa: nella macchina, oltre agli arnesi da scasso, il ladro aveva dimenticato i documenti. Con carta d’identità e tessera sanitaria in mano, per i poliziotti è stato facilissimo rintracciare il maldestro malvivente.

Gli agenti hanno trovato l’uomo a letto, nella propria abitazione in cui era rientrato in fretta e furia. L’uomo ha subito negato ogni addebito, dichiarando di aver dimenticato i documenti dal tabaccaio quando era andato a comprare le sigarette. Peccato per lui che non avrebbe potuto fare nemmeno quello: dai successivi accertamenti infatti è emerso che il ladro era sottoposto agli arresti domiciliari. Per questo motivo il trentanovenne è stato tratto in arresto per tentato furto ed evasione.