20 febbraio 2019
Aggiornato 05:30
Cronaca

Ville, case e auto con i soldi dei furti: famiglia di ladri seriali in manette

I carabinieri hanno arrestato 4 persone, mentre altre due sono al momento ricercate. Sequestrati beni per oltre 600 mila euro, tra cui un negozio per "ripulire" i soldi sporchi
I sigilli dei carabinieri sulla lavanderia usata dalla famiglia per "ripulire" i soldi sporchi
I sigilli dei carabinieri sulla lavanderia usata dalla famiglia per "ripulire" i soldi sporchi

TORINO - Una vera e propria famiglia di ladri seriali, capace di crearsi una realtà di benessere sociale costruita su decine di furti, riciclaggio e rapine. A seguito di lunghe indagini i carabinieri della compagnia di Venaria hanno sequestrato beni per oltre 600mila euro alla famiglia Trompino, di San Carlo Canavese.

Quattro arresti, due ricercati
Quattro gli arrestati nell’operazione: F.T., attualmente detenuto in carcere, la moglie O. L., sottoposta a misura cautelare, la figlia A.T., sottoposta all’obbligo di firma, e il marito A.F., attualmente in carcere. Due persone invece risultano ancora in carcere. I familiari sono accusati di aver commesso decine di furti tra Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Toscana. Forti dei soldi guadagnati e del «potere» ottenuto con i propri metodi, i malviventi esigevano di fare la spesa gratis perché convinti di essere sopra tutti. 

Il maxi sequestro effettuato dai carabinieri
Nell’attività investigativa i carabinieri hanno recuperato il bottino (oltre 30.000 euro) di un furto avvenuto a Borgone di Susa ai danni di persone anziane a cui avevano rubato monili, denaro e orologi. Alla famiglia sono stati sequestrati tutti i beni e la lavanderia Self Service «Bolle Blu» di Lanzo Torinese, utilizzata come copertura per riciclare i proventi delle loro attività illecite. Il sequestro riguarda una villa, un appartamento, tre auto, un autocarro e la lavanderia, il tutto per un valore complessivo stimato di circa 600mila euro.