23 marzo 2019
Aggiornato 17:00
Carabinieri di Falchera

Furti nei parcheggi dei supermercati, identificata e denunciata la banda incubo delle donne

Agivano in tre: uno di loro distraeva la vittima mentre caricava la spesa in auto, l’altro, vista la borsa incustodita nel bagagliaio, l’afferrava in meno di un secondo e il terzo, a bordo di una Citroen C3 grigia, aspettava i due complici per scappare

TORINO - Quando si mette la spesa nel bagagliaio della macchina, soprattutto per le donne, è buona norma non lasciare la borsa incustodita. Cosa ovvia, ma che spesso non viene messa in pratica, tanto che una banda composta da due peruviani e un cubano, di età compresa tra i 28 e i 54 anni, ha messo a segno in una sola giornata una decina di furti così a Torino. Lo hanno scoperto i carabinieri della Stazione di Falchera che hanno identificato e denunciato i tre stranieri dopo le segnalazioni arrivate da donne che da un momento all’altro, tutte mentre mettevano le buste della spesa in auto, non avevano più trovato la borsa.

Fatale per la banda l’ultimo furto
L’identificazione è stata possibile grazie alle immagini registrate dalla videocamera di sorveglianza del supermercato Metro di via Paolo Veronese. Nel video si vedono tutti e tre i componenti della banda, ognuno con un ruolo diverso: uno di loro distrae la vittima che carica la spesa nella sua Fiat Panda, l’altro vede la borsa incustodita nel bagagliaio vicino alle buste e l’afferra in meno di un secondo e il terzo, a bordo di una Citroen C3 grigia, aspetta che il furto sia compiuto per caricare i due complici e abbandonare il supermercato. I carabinieri li hanno fermato proprio dopo l’ultimo colpo messo a segno: i tre ladri non hanno opposto resistenza e i militari hanno trovato altre cinque borse da donna nella loro auto, diversi cellulare e denaro contante. La banda è ritenuta responsabile di decine di furti in tutta la provincia di Torino.