19 aprile 2019
Aggiornato 07:00
Calciomercato

Higuain, il fratello procuratore del bomber argentino visto in zona Crocetta in cerca di casa

La trattativa non sembra essere a una fase di svolta, eppure il fratello del «Pipita» è stato visto in via Legnano insieme a un rappresentate della Juventus a vedere alcuni appartamenti. Che sia il preludio a un passaggio quasi imminente?

TORINO - C’è chi giura di aver visto il fratello procuratore di Gonzalo Higuain aggirarsi per il quartiere Crocetta, in via Legnano precisamente, nella giornata di ieri in cerca di un alloggio per l’attaccante capocannoniere dell’ultima serie A. Fonti ben informate dicono che con lui c’era anche un rappresentate della Juventus, la squadra che sogna di far vestire la propria maglia al bomber argentino. E se due indizi non fanno ancora una prova, le voci di corridoio e le parole del patron del Napoli, Aurelio De Laurentis, sembrano dar corpo a quello che sarebbe più di un colpo di mercato visto che si parla di una trattativa con cifre vicine ai 90 milioni di euro.

Alla Juventus per vincere, non per soldi
Se Higuain approderà alla Juventus lo farà per un motivo: vuole vincere. Era quanto aveva chiesto anche all’epoca di Rafa Benitez, un progetto che portasse a sollevare qualcosa di importante, qualcosa di più di una Coppa Italia e di una Supercoppa Italiana. Non è certo una questione di soldi perché avrebbe scelto altre mete, magari quella Cina che ha reso ricco Graziano Pellè, invece che rimanere in Italia. E il progetto bianconero pare averlo convinto che Torino può essere la piazza importante in cui dimostrare di essere uno degli attaccanti più forti del mondo e nemmeno la cessione ormai imminente di Paul Pogba pare aver intaccato questi propositi.