20 luglio 2019
Aggiornato 13:00
Calciomercato

Juventus, visite mediche per Higuain: ingaggio da 7,5 milioni all'anno e clausola al Napoli

A Madrid le visite mediche in segreto e poi la firma. Higuain tra poche ore sarà ufficialmente un giocatore della Juventus. Al Napoli andranno 94 milioni di euro in due anni, così come prevede la clausola rescissoria

TORINO - Visite mediche fatte e accordo raggiunto con Gonzalo Higuain. E’ questa la notizia bomba che arriva da Madrid, città in cui nella notte l’attaccante argentino, il fratello-procuratore Nicolas e il duo Marotta-Paratici si sono stretti la mano suggellando così la chiusura di una trattativa che nessuno avrebbe pensato così rapida. L’assenza di ieri dei due dirigenti juventini alla presentazione del calendario di Serie A aveva destato sospetti e infatti proprio in quelle ore Higuain si stava sottoponendo alle visite mediche in un centro non distante dalla capitale spagnola.

Ingaggio da 7,5 milioni di euro all’anno
Finite le visite mediche gli Higuain e Marotta-Paratici hanno parlato di contratto. La volontà del giocatore non è mai stata messa in dubbio, ma c’era ovviamente da discutere di cifre. L’accordo anche in questo caso è stato raggiunto con una firma importante: Higuain guadagnerà 7,5 milioni di euro a stagione per le prossime quattro stagioni. Una cifra considerevole che mette il «Pipita» in cima agli ingaggi più alti dei bianconeri e che rende ancora di più l’idea della volontà della Juventus di portare l’attaccante in bianconero.

La Juventus paga la clausola di 94 milioni
Della trattativa lampo è rimasto spiazzato anche il Napoli. La società di Aurelio De Laurentis non sapeva nulla delle visite mediche di ieri e sapeva ben poco dei contatti continui tra la dirigenza bianconera e Higuain. Il motivo è semplice anche se fino a qualche giorno fa sembrava irrealizzabile: l’attaccante ha una clausola rescissoria di 94 milioni di euro, valida fino a fine luglio. Cifra altissima che però permette alla Juventus di prenderlo senza dover trattare con il Napoli. I contatti degli scorsi giorni tra le due società, perché esserci ci sono stati, erano diretti a dare qualche giocatore insieme ai contanti, ma si è presto capito che non era una strada percorribile. E così Marotta ha deciso che sarà pagata in cash tutta la clausola, in due rate di due anni.