25 aprile 2019
Aggiornato 06:30
Nel cuore della Movida

Si sfiora la rissa in piazza Vittorio per un Pokemon: «Ho lasciato l'auto con le quattro frecce, è mio»

Battibecco acceso tra un automobilista e un passante nel centro della Movida cittadina. Colpa, si fa per dire, di un Pokemon che entrambi volevano catturare

TORINO - Litigare per un Pokemon sembra una cosa assurda, eppure è quanto è successo in piazza Vittorio Veneto in una calda e tranquilla (ma movimentata) sera d’estate torinese. Sulle tracce dello stesso Pokemon, due ragazzi hanno iniziato a battibeccarsi quasi fino ad arrivare alle mani per chi dovesse catturarlo.

Litigio sotto gli occhi di tutti
«L’ho visto prima io, è mio», ha detto uno dei due all’altro che, per tutta risposta e in modo molto nervoso, ha asserito: «No è mio, mi sono fermato apposta con la macchina per prenderlo. Non vedi che l’ho lasciata con le quattro frecce?». Una discussione continuata per un po’ sotto gli occhi attoniti di chi a quell’ora, intorno alle 21, passava di lì vedendo gli animi sempre più caldi dei «cercatori di Pokemon» che per poco non sono arrivati alle mani. Prima che la situazione degenerasse qualcuno ha pensato che era il caso di chiamare le forze dell’ordine: i due ragazzi a quel punto hanno smesso di litigare e sono andati ognuno per la propria strada.