18 agosto 2019
Aggiornato 03:00
Il falso allarme

Allarme bomba a Porta Nuova: ricerche terminate con esito negativo

Alle 15.30 la chiamata di un uomo: «C’è una bomba, tra quattro ore esploderà». Circolazione dei treni è sempre stata regolare 
Falso allarme-bomba a Porta Nuova
Falso allarme-bomba a Porta Nuova Polizia di Stato

TORINO - Era un falso allarme quello scattato oggi pomeriggio alla stazione di Porta Nuova, a causa di una chiamata anonima pervenuta al centralino del 118. Polizia e carabinieri sono intervenuti con unità cinofile ed artificieri, bonificando la zona senza trovare alcun ordigno.

La chiamata al 118
Tutto era partito intorno alle 15.30 quando un uomo, apparentemente di nazionalità italiana, ha chiamato il centralino dell’ambulanza - con ogni probabilità da una cabina telefonica - facendo scattare l’allarme: «C’è una bomba a Porta Nuova. Tra quattro ore scoppierà. Trovatela», le sue parole. Le forze dell’ordine si sono subito precipitate sul posto, iniziando i controlli senza mai far evacuare la stazione né fermare la circolazione dei treni. La verifica è terminata con esito negativo e tutto è tornato alla normalità.