18 agosto 2019
Aggiornato 11:00
Juventus

Prima conferenza per Higuain: «Alla Juve si può vincere la Champions. Via da Napoli per De Laurentis»

La prima conferenza stampa di Gonzalo Higuain, il nuovo attaccante della Juventus, è stata un mix tra vecchio e nuovo. Il bomber argentino ha parlato del rapporto con il suo ex presidente e poi della sua nuova squadra, quella con cui sogna il triplete

TORINO - Tutti aspettavano di sentirlo parlare e lui non ha tradito le attese. Gonzalo Higuain in due giorni ha già conquistato tutti i tifosi bianconeri, anche quei pochi scettici che criticavano la cifra record spesa per la clausola rescissoria. Nella sua prima conferenza stampa ha parlato tanto, ha detto di essere venuto a Torino per vincere e che sogna il triplete. Non sono mancate nemmeno le frecciatine al suo ex presidente Aurelio De Laurentiis reo, a suo dire, del suo abbandono al Napoli.

«Vincere? L’obiettivo è il triplete»
Per ora è un sogno ma durante l’arco dell’anno potrebbe diventare realtà. Il triplete sfuggito per un soffio solo due anni fa ha lasciato l’amaro in bocca ma non la voglia di riprovarci e con i nuovi acquisti, Higuain in primis, la Juventus è pronta a rifare la scalata. «Ho scelto la Juve perché voglio vincere tutto, non vedo l’ora di iniziare e ringrazio ancora Marotta e Paratici per avermi portato qui. Ora sono in una società abituata a vincere grazie a una grande mentalità. Noi puntiamo ad alzare tutti i trofei, il sogno si chiama triplete e lavoreremo tutto l’anno perché si realizzi». La Champions League dicevamo, la competizione da sempre cruccio della Vecchia Signora che quest’anno è decisa a rifare sua a 21 anni dall’ultima: «Il fatto che si punti alla Champions ha influito. Ho preso la decisione del trasferimento vedendo il mercato che è stato fatto qui. Penso sia la migliore decisione per me».

«De Laurentis? Mi ha spinto lui ad andare via»
Finché è stato un giocatore del Napoli, Higuain ha parlato poco. Ci si poteva solo immaginare che qualcosa non andasse nel migliore dei modi e lo ha confermato oggi. «Non voglio mandare nessun messaggio a De Laurentiis, solamente che ho interrotto il rapporto con lui perché non la pensavamo nello stesso modo su diverse cose. Posso solo aggiungere che ho fatto questa scelta perché mi ha spinto lui a farla. Ora è il momento di pensare alla Juventus».