27 maggio 2020
Aggiornato 01:00
Movida

Alcolici ai minori fino alle prime luci dell'alba: nei guai 5 locali in San Salvario

Le forze dell'ordine hanno colpito i minimarket, tutti gestiti da stranieri. Tenevano le serrande abbassate e fingevano di esser chiusi per poter vendere gli alcolici nonostante il divieto

TORINO - Un vero e proprio blitz anti-movida è scattato questa notte in San Salvario, tra le vie in cui i giovani torinesi sono soliti ritrovarsi. Gli agenti della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale hanno organizzato un servizio specifico, volto a verificare quali esercizi vendessero bevande alcoliche a ragazzi minorenni e maggiorenni, fuori dagli orari previsti.

Serrande semi-abbassate per sembrare chiusi
L'attività di controllo ha permesso di colpire con una sanzione di 20.000 euro a esercizio di cinque market, tutti gestiti da stranieri. I negozi, situati nelle vie Galliari, Saluzzo, Principe Tommaso e Belfiore, per aggirare il divieto di vendita di bevande d'asporto tra mezzanotte e le 6, tenevano le serrande semi-abbassate in modo tale da sembrare chiusi. Ovviamente, il via-vai dei clienti con le bottiglie di alcol in mano era altissimo e la vendita, in alcuni casi, andava avanti fino alle prime luci dell'alba. Per questo motivo i cinque locali hanno ricevuto la maxi multa di 100.000 euro, 20.000 a esercizio.