20 ottobre 2018
Aggiornato 19:30

Blitz della finanza nei negozi cinesi, mega-sequestro di articoli per bambini 

L’operazione, eseguita in tre attività commerciali di Pinerolo, ha interessato 10mila prodotti pericolosi. I titolari degli esercizi rischiano fino a 25mila euro di multa
Sequestrati 10mila prodotti pericolosi a Pinerolo
Sequestrati 10mila prodotti pericolosi a Pinerolo (Guardia di Finanza)

PINEROLO - C’erano anche tantissimi articoli per bambini tra le migliaia di prodotti sequestrati dalla guardia di finanza di Torino in negozi gestiti da cinesi. L’operazione, eseguita materialmente dalla Compagnia di Pinerolo, ha interessato tre attività commerciali e ha permesso di sequestrare oltre 10mila articoli per un valore complessivo superiore ai 20mila euro, tutti potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori.

Articoli non conformi alla legge
Il blitz è scattato nelle zone commerciali più note di Pinerolo. Tra la merce illegale vi erano collane, anelli, bracciali, accessori per la casa ma soprattutto articoli di cancelleria per bambini, i quali sono risultati privi delle informazioni obbligatorie sulle sostanze e i coloranti in essi contenuti nonché delle informazioni circa il loro corretto utilizzo e smaltimento. I prodotti si trovavano in esercizi che erano ormai divenuti dei veri e propri centri commerciali e uno di essi, disposto su due piani, aveva al suo interno anche una specie di «ristorante» orientale. 

Multa salata per gli esercenti
Gli articoli sequestrati - molti dei quali raffiguravano celebri personaggi dei cartoni, dei fumetti e dei più noti film d’animazione - non offrivano alcuna informazione circa i materiali utilizzati per la loro fabbricazione, risultando non conformi alle direttive della Comunità Europea e del Codice del Consumo nazionale. La merce si trova ora a disposizione della competente Camera di Commercio, che deciderà sulla sua eventuale distruzione. I titolari delle attività controllate rischiano fino a 25mila euro di multa.