26 maggio 2018
Aggiornato 06:00
Cronaca

Barriera di Milano, 76 dosi nelle mutande: pusher arrestato grazie ai residenti

Le segnalazioni dei residenti, stufi della continua attività di spaccio, hanno permesso agli agenti di polizia di fermare un cittadino gabonese di 29 anni

TORINO - Continua la lotta allo spaccio nel quartiere di Barriera di Milano. Ieri sera i poliziotti hanno fermato un diciottenne di origini senegalesi per un controllo, all'angolo tra via Palestrina e corso Giulio Cesare. Il giovane, una volta visti gli agenti, ha provato a fuggire e, una volta raggiunto, ha gettato per strada il cellulare. Come se non bastasse, il baby pusher ha sputato dalla bocca due involucri di sostanza stupefacente, motivo per cui è stato denunciato per i reati di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

Pusher arrestato su segnalazione dei residenti
Sempre in zona Barriera Milano, questa volta in Largo Palermo, gli agenti della Squadra Volante hanno tratto in arresto un gabonese di 29 anni. Ricevuta segnalazione da residenti dell’attività di spaccio condotta dal ventinovenne, lo hanno fermato per un controllo. Il senegalese ha provato a sottrarsi al controllo fuggendo a bordo di una bicicletta. Il suo tentativo, però, è stato vano perché è stato fermato dagli agenti. Negli slip dell’uomo sono stati trovate 76 dosi di cocaina confezionate con colorazioni differenti per distinguerne immediatamente il peso al momento della vendita.